Aggiornamenti sul d.lgs. 231/2001

- 30 ottobre 2013 - 

Novità legislative

La legge di conversione 15 ottobre 2013, n. 119 (contenente “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonché in tema di protezione civile e di commissariamento delle province”) ha soppresso il comma 2 dell’art. 9 del d.l. 14 agosto 2013, n. 93, che inseriva tra i reati-presupposto elencati dall'art. 24 bis del d.lgs. n. 231/2001 la frode informatica aggravata dalla sostituzione dell'identità digitale, l’indebito utilizzo, la falsificazione, alterazione e ricettazione di carte di credito o di pagamento di cui all'art. 55 comma 9 del d. lgs. n. 231/2007, nonché i delitti in materia di violazione della privacy previsti dal d. lgs. n. 196/2003 (cioè le fattispecie di trattamento illecito dei dati, di falsità nelle dichiarazioni notificazioni al Garante e di inosservanza dei provvedimenti del Garante).
Limitatamente alle norme soppresse, il decreto ha perso efficacia sin dall’inizio; di conseguenza, vive il testo dell’art. 24 bis d.lgs. n. 231/2001 precedente all’entrata in vigore del d.l. n. 93/2013, mentre il delitto di frode informatica (art. 640 ter c.p.), se commesso in danno dello Stato o di un ente pubblico, continua ad essere previsto dall’art. 24 d.lgs. n. 231/2001.

Giurisprudenza recente

In materia di reati tributari, la Suprema Corte conferma il recente orientamento giurisprudenziale, secondo cui il rapporto organico non costituisce più sufficiente meccanismo di identificazione a fini penali.
In particolare, la Corte di Cassazione (sez. III pen., 15 ottobre 2013, n. 42350) ha ribadito che il sequestro preventivo funzionale alla confisca per equivalente ex art. 19, co. 2, d.lgs. 8 giugno 2001 n. 231 non può essere disposto su beni appartenenti alla persona giuridica (ad es., società) ove si proceda per violazioni finanziarie commesse dal suo legale rappresentante (ad es., amministratore), poiché gli artt. 24 ss. d.lgs. 8 giugno 2001 n. 231 non includono i reati fiscali tra i reati-presupposto.
Nel caso in cui la struttura societaria costituisca un apparato fittizio utilizzato dal reo per commettere gli illeciti, ed ogni bene intestato alla società sia invece immediatamente riconducibile alla disponibilità dell’autore del reato, il sequestro potrà riguardare anche i beni intestati alla società, poiché in tale ipotesi la persona giuridica funge da prestanome di beni in realtà appartenenti all’autore del reato.
La sentenza n. 42350/2013, inoltre, aderisce alla tesi della natura penale della confisca per equivalente, nel solco dell’indirizzo consolidato della giurisprudenza e della dottrina.

Convegni in materia di applicazione del d.lgs. n. 231/2001
(i programmi completi sono disponibili all’indirizzo: http://www.koreaudit.it/convegni.htm)

"Il commercialista ed il D. Lgs 231/2001 (Responsabilità amministrativa degli enti): opportunità, compiti e strumenti operativi"

Il prossimo 6 novembre, a partire dalle ore 15.00, presso la Sala Bolognini del Convento San Domenico - P.zza San Domenico 13 – Bologna, si terrà il convegno "Il commercialista ed il D. Lgs. 231/2001 (Responsabilità amministrativa degli enti): opportunità, compiti e strumenti operativi". Il convegno organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna 

All’incontro, introdotto dal Dott. Alessandro Bonazzi (Consigliere dell’ODCEC di Bologna delegato all’Area Aziendale) e presieduto dal Dott. Carlo Peschiera (Presidente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna, Presidente ODV Adecco Italia e altre realtà non quotate, Partner Deloitte Consulting Srl.), interverranno la Dott.ssa Donatella Gherardi, Componente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna, Studio Gherardi Cerverizzo, la Dott.ssa Maria Traficante (Componente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna, Associazione culturale per l'implementazione del D.lgs. 231/2001), il Dott. Roberto Piras (Componente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna, Studio Barbieri & Associati), il Dott. Fabio Busuoli (Componente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e Dlgs 231/01 ODCEC Bologna, Partner KORE AUDIT S.r.l.), il Dott. Adalberto Costantini (Componente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna, Partner KORE AUDIT S.r.l.), il Dott. Umberto Poli (Componente Commissione Organizzazione Aziendale, Codice Etico e D.lgs. 231/01 ODCEC di Bologna, KORE AUDIT S.r.l.) ed l’Avv. Andrea Pascerini (Componente ODV del Gruppo IMA, Datalogic, Beghelli e altre realtà non quotate – Studio Legale Pascerini e Associati)

L’evento è stato accreditato dall'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna (3 crediti formativi).

Il convegno è gratuito; è obbligatoria l'iscrizione da effettuarsi esclusivamente on line sul sito dell’Ordine www.dottcomm.bo.it al link http://www.dottcomm.bo.it/corsi.aspx

ODV e “sistema” dei controlli

Il prossimo 7 novembre, a partire dalle ore 14.30, presso l’Aula Prodi del Complesso di San Giovanni in Monte di Bologna (P.zza S. Giovanni in Monte 3), si terrà un convegno, organizzato dalla Prof. Avv. Désirée Fondaroli del Dipartimento di Scienze Giuridiche, con il patrocinio di Confindustria Emilia-Romagna, dal titolo “L'organismo di vigilanza ai sensi del d. lgs. n. 231/2001 e il ‘sistema’ dei controlli”.
All’incontro, presieduto ed introdotto dal Prof. Avv. Filippo Sgubbi (Ordinario di Diritto penale nell'Università di Bologna), interverranno il Prof. Avv. Gianluca Guerrieri (Associato di Diritto commerciale nell'Università di Bologna), il Dott. Umberto Poli (Dottore commercialista e revisore legale, partner KORE AUDIT s.r.l.), l’Avv. Antonio Matonti (Affari legislativi Confindustria), e il Dott. Enrico Cieri. (Procura della Repubblica del Tribunale di Bologna).
L’evento è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Bologna (4 crediti formativi) e dall'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna (4 crediti formativi).

La partecipazione è gratuita. L’iscrizione è obbligatoria previa iscrizione da effettuarsi entro il 3 novembre p.v. presso la segreteria organizzativa: Avv. Francesca Consorte, e-mail: avvconsorte@gmail.com
Ai fini dell’iscrizione è necessario specificare nella richiesta, oltre al nome ed al cognome, l’ente o l’Ordine professionale di appartenenza.
La conferma dell’avvenuta iscrizione sarà comunicata entro il 5 novembre p.v. all’indirizzo e-mail indicato nella richiesta.
Ai partecipanti verrà rilasciata l’attestazione di presenza.

La responsabilità dell’amministratore nel d.lgs. n. 231/2001

Il prossimo 8 novembre, a partire dalle ore 15.30, presso Palazzo Sersanti- P.zza Matteotti ad Imola si terrà una conferenza, organizzata dall’Associazione Liberi Professionisti e Lavoratori Autonomi “Giovanni Codronchi Argeli”, e con il patrocinio di “Consulta delle Libere Professioni” e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, su “La responsabilità dell’amministratore nel d.lgs. n. 231/2001”. Relatore il Dott. Carlo Nordio, Magistrato Procuratore Aggiunto del Tribunale di Venezia; interverranno la Dott.ssa Donatella Gherardi (Commissione D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna,), il Dott. Adalberto Costantini (Commissione D.lgs. 231/01 ODCEC Bologna, partner KORE AUDIT S.r.l.) e il Dott. Salvatore De Masi (Presidente ODV settore Multiutility, Partner Deloitte).
L’evento è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Bologna e dall'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna.

 

KORE AUDIT Sede legale Via Garibaldi, 1 40124 Bologna - Italy
Tel. +39 051 6446586 - Fax. +39 051 220134 - www.231.koreaudit.com

Informativa per il trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/2003 (cod. privacy).
Riceve questa email perchè è stata tratta da fonte pubblica e verrà utilizzata solo per l'avviso di questo evento.
Se non desidera ricevere altre comunicazioni, scriva a questo indirizzo: info@koreaudit.com
Nel caso fosse già iscritto alla lista Koreaudit e intende cancellarsi può farlo qui: 231.koreaudit.com/newsletter/cancellazione